<data:blog.pageTitle/>

This Page

has moved to a new address:

http://modaemacarons.com

Sorry for the inconvenience…

Redirection provided by Blogger to WordPress Migration Service
moda e macarons: CON IL VINTAGE HO SCOPERTO CHE GLI OGGETTI HANNO UN' ANIMA

venerdì 1 novembre 2013

CON IL VINTAGE HO SCOPERTO CHE GLI OGGETTI HANNO UN' ANIMA

Oggi riflettevo sulla spensieratezza e sulla serenità dei miei venti anni fa, anni scanditi da tanti ricordi che mi porto nel cuore e che mi hanno portato ad essere quella di oggi. Tanti di quei ricordi vengono nascosti per poi riaffiorare attraverso il sapore che emanano gli oggetti che hanno caratterizzato la nostra parte di vita vissuta. Così ogni volta che indosso l'abito vintage appartenuto a mia nonna mi risuonano alla mente tutti i suoi insegnamenti e mi tornano alla memoria le foto di lei giovane vestita di tutto punto con il vestito dei suoi sogni, quello acquistato con tanto sacrificio e che ora è il compagno di armadio di mille miei vestiti industriali. Lo indosso e mi sembra di sentire il profumo della sua pasta fatta in casa e dei suoi dolci e mi sembra di tornare bambina. E da questo comincio a credere che gli oggetti del passato, quelli vintage e ciò quelli che non sono solo di seconda mano, bensì quelli che acquistano valore nel tempo per le loro  doti di irripetibilità e irriproducibilità, abbiano un' anima poichè riescono ad evocare storie del passato. Girovagare con la mia vespa, quella rimessa a nuovo da me e mio marito, non vuol dire solo usare un mezzo di trasporto bensì rivivere l'immaginario di storie d'amore nate sulle due ruote e di una storia d' amore, la mia, fatta di gite per tutte le mostre scambio alla ricerca del pezzo originale, quello non ricostruito dalle fabbriche odierne, ma quello che ha sentito il sapore degli anni '60. E  vedere la tua Vespa, che sembrava solo lamiera arrugginita, brillare di tutto punto, mi fa pensare a mio padre che corre all'appuntamento con mia madre e a gonne a ruota svolazzanti dai tessuti oggi demodè. Che poi tanto demodè non sono. Tutti questi oggetti sono il chiaro segnale di un particolare momento storico che non vuole assolutamente essere dimenticato. Sarebbe infatti impossibile dimenticare l'importanza dei costumi a vita alta, degli occhiali da sole da diva e del denim. E oggi qualcosa è cambiato ?? Gli stilisti riportano sulle passerelle gli abiti a tubino optical tanto indossati da Twiggi e i colletti bon ton delle ragazze degli anni 70. Sarà che siamo portati a scavare nel passato per far riaffiorare quei sentimenti puri e buoni che hanno abbandonato l'era attuale, e ricerchiamo un ricovero sicuro tra quei capi e quegli oggetti creati da mani esperte e piene di sogni e desideri al contrario dei capi dozzinali senza alcuna anima. 
Se siete amanti del Vintage dal 22 al 24 novembre 2013, presso gli Imbarcaderi del Castello Estense di Ferrara, si terrà la prima edizione del festival OFFICINA DEL VINTAGE.
Un nuovo punto di riferimento in Italia per gli appassionati del genere, per suggerire un percorso di sostenibilità legato al riutilizzo di capi e accessori moda e favorire un approccio non convenzionale al vintage e al remake. 
I visitatori potranno elaborare uno stile personale grazie alla presenza di oltre venti selezionati espositori, provenienti da tutta Italia, in grado di indicare, consigliare e moltiplicare la curiosità e le passioni. Ci saranno capi e oggetti d’antan, ma anche nuove creazioni artigianali che rivisitano il costume del passato attraverso il presente: abiti, cappelli, occhiali, borse, scarpe, gioielli, oggetti di design, libri, manifesti pubblicitari e tanto altro.
Ferrara sarà crocevia di mode e tendenze ricercate e originali. Un vero e proprio Festival ricco di eventi: incontri, presentazioni, spettacoli, concerti, show cooking, set fotografici a tema e sedute di hair styling.
                     
                        Per maggiori informazioni: www.officinadelvintage.it». 










Etichette: ,

1 Commenti:

Alle 6 novembre 2013 10:32 , Blogger Sabrina Balugani ha detto...

Nel mio armadio ho una giacca in pelle nera appartenuta alla mia nonna. Quando ho nostalgia e malinconia attacco il naso e ne prelevo quel profumo che ha mille ricordi. Grazie mille per questo tuo ricordo e sensazione ma soprattutto grazie per avermi detto che a Ferrara - la mia città - ci sono iniziative cosi belle e interessanti.
Sabrina
iviaggidiciopilla.blogspot.it

 

Posta un commento

Grazie per il tuo commento...

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

<< Home page